domenica 22 dicembre 2013

Conclusa la raccolta di fondi per gli alluvionati. Grazie a tutti i 15 centri che hanno aderito all'iniziativa!!


Si ringraziano i 15 centri che hanno aderito all'iniziativa!!!


sabato 30 novembre 2013

BodyFit® impegnato nella raccolta di fondi per le alluvioni della Sardegna e della Calabria.


Nel mese di dicembre in tutti i centri pilota BodyFit®, e non solo, verranno create delle master class il cui provento verrà devoluto in beneficenza alle persone alluvionate delle regioni Sardegna e Calabria.
Presto gli aggiornamenti con orari, luoghi e città.
Chiunque voglia partecipare all'iniziativa contatti Giulia Simonetti al numero 335 8170036.



giovedì 28 novembre 2013

Tutti in forma con il BodyFit® della Presenter Giulia Simonetti

Gli impianti di Mens Sana ospiteranno il prossimo 16 novembre, a partire dalle ore 11.00 e fino alle 13.00 una masterclass del nuovo metodo di allenamento BodyFit® . Presenter Giulia Simonetti

Ancora un appuntamento con il fitness di ultima generazione. Gli impianti di Mens Sana ospiteranno il prossimo 16 novembre, a partire dalle ore 11.00 e fino alle 13.00 una masterclass del nuovo metodo di allenamento BodyFit®

Presenter sarà Giulia Simonetti, trainer di fama nazionale e ideatrice del Format BodyFit®. Giulia Simonetti giunge a questo tipo di allenamento funzionale, dopo aver vissuto costantemente lo sport ed il fitness dall’età di 6 anni. “Da allieva ho avuto la fortuna di attraversare gli anni storici dell’aerobica, dello step, del funky, delle prime coreografie, portate da campioni e grandi istruttori, ancora oggi master di riferimento” - spiega “Da insegnante, con un passato e presente molto importanti nel settore indoor cycling, non ho mai tralasciato la mia passione per il fitness musicale e sono felice oggi di aver finalmente coniugato divertimento e funzionalità in un format che posso definire: il Fitness per fare BENE le cose SEMPLICI, TUTTI”.

Il programma della giornata prevede dalle ore 11.00 alle ore 12.00 BodyFit®Flex, dalle ore 12.00 alle ore 13.00 BodyFit® ActiveBodyFit® Tone.

Il BodyFit® in sintesi. Un vero Fitness Funzionale, un Format che non mira ad allenare il muscolo ma le funzionalità del corpo nella sua interezza. Il metodo di allenamento prevede un workout completo, senza affaticamenti, uniforme su tutti i distretti, capace di lasciare una positiva sensazione di lavoro sul corpo e, al contempo, di grande benessere. Avvicinabile da una vasta utenza per età e caratteristiche, crea una lezione efficace e divertente in sinergia con la musica.

Cos’è un BodyFit® Training. Un Allenamento Funzionale basato sull’armonia del movimento, sulla filosofia di conoscenza delle potenzialità del nostro corpo. Il Training si svolge con l’utilizzo di comuni manubri da 1 o 2 kg, usati nella fase attiva per agevolare alcuni movimenti a terra e migliorare l’allungamento muscolare. Compito primario di un Trainer è promuovere la consapevolezza di un corpo funzionale ed in equilibrio, mirando allo sviluppo di tutte le doti di coordinazione, flessibilità, agilità, equilibrio e, per certi aspetti, anche forza, resistenza e reattività. La linea guida durante l’esecuzione di ogni fase di lavoro è nel controllo costante delle posture ed in particolare nella funzione stabilizzatrice del core, ovvero la muscolaura addominale, condizione essenziale per un lavoro efficace e privo di traumi.

Il Format BodyFit®  si suddivide in 3 fasi di allenamento: Active / Tone / Flex
Active fase di lavoro in piedi, con movimenti e passi base dell’aerobica, prepugilistica e arti marziali, escludendo saltelli, traslazioni, rotazioni, coreografie. Sono sequenze di esercizi per sviluppare la percezione del proprio corpo e la coordinazione.
Tone fase di lavoro in piedi e a terra di tonificazione,  potenziamento e controllo muscolare.
Flex fase di lavoro a terra di bilanciamento, equilibrio ed allungamento muscolare, con movimenti e tecniche del pilates, yoga, posturale e stretching.
Il Format è molto flessibile e modulabile in funzione della classe, della fase di lavoro specifica e degli obiettivi che si intende raggiungere, permettendo risposte da ogni tipologia di utenza.
Il Trainer può variare le lezioni, dando più rilevanza ad una delle 3 fasi, privilegiando un’attività dinamica (BodyFit® Active), piuttosto che di tonificazione ed equilibrio (BodyFit® Tone), oppure di coordinazione, allungamento e respirazione (BodyFit®Flex).

martedì 26 novembre 2013

Conservatorio Rossini...progetto approvato!!


Nel mese di agosto il Consiglio Accademico del Conservatorio Rossini ha approvato il progetto interdisciplinare olistico per musicisti.
Sono state assegnate 18 ore di docenza. Presto il calendario...

lunedì 21 ottobre 2013

L'omeopatia e la reazione allergica

Attualmente,  sempre più spesso, le persone fanno uso del farmaco omeopatico al fine di risolvere problematiche fisiche e psicologiche. Secondo un recente sondaggio, sono circa 11 milioni gli italiani che si affidano all'omeopatia soprattutto per contrastare o prevenire  nei cambi di stagione la comparsa di fenomeni allergici e/o influenzali.
Per ciò che riguarda le allergie esse possono suddividersi in allergie ai farmaci, agli alimenti e ai pollini.

Ma cosa è una reazione allergica e come può essere di aiuto il farmaco omeopatico in queste circostanze?

rimedio farmaco omeopatico
Il nostro organismo ha una reazione allergica quando la sua risposta immunitaria, nello specifico le immunoglobuline di tipo E o IgE, è eccessiva qualora l'organismo venisse in contatto con  allergeni esterni.
Innanzitutto è bene premettere che nei casi di allergia alimentare il farmaco omeopatico può far poco o nulla. Una volta riscontrata l'intolleranza alimentare, la cosa migliore è quella di eliminare il cibo "incriminato".
Ricordiamo che i mezzi per diagnosticare una intolleranza sono le classiche analisi del sangue o la kinesiologia applicata per rimanere sempre nell'alveo olistico. L'unico farmaco omeopatico idoneo a contrastare con un buon risultato  la pruriginosi che l'intolleranza alimentare comporta è Apis Mellifica con dosaggio 30 ch che, assunta nella quantità di 5 granuli ogni 30 minuti, aiuta a  far dissipare il rossore cutaneo.
Per ciò che riguarda invece l'allergia nei cambi stagione, sicuramente la più comune,  si può fare decisamente molto soprattutto in termini preventivi.
Si consiglieranno pertanto in merito  Allium Cepa ed Euphrasia se i sintomi sono legati al freddo umido della stagione con lacrimazione importante degli occhi e con annesso bruciore, invece si utilizzerà  Nux Vomica se il fenomeno peggiora con gli odori e i profumi.
Se  ai  fenomeni tipici del cambio stagionale  si associano anche fenomeni di  aspetto mentale, come può essere una forma molto accentuata di ansia, sarà meglio considerare Arsenicum Album e  Kali Carbonicum.

Il fascino della omeopatia risiede proprio nel fatto che il medico omeopata nel prescrivere i farmaci omeopatici dovrà effettivamente capire l'esatta natura dei disturbi che caratterizzano il paziente.


Spesso e volentieri potremmo trovarci di fronte a disagi che provengono dall'ambiente esterno ma che non sono indissolubilmente
farmaco omeopatico rimedio inverno
legati alla natura in quanto tale.
Si fa riferimento quindi ad ambienti di lavoro ostili, a situazioni familiari incerte a paure ancestrali o irragionevoli che magari hanno il loro naturale sfogo sulla pelle del soggetto sofferente.
A fronte di tali disturbi ansiogeni che potrebbero manifestarsi in veri e propri attacchi di panico, si consiglierà quindi  Argentum nitricum per poter meglio fronteggiare le pressioni esterne oppure Ignatia se il soggetto tende ad avere pensieri negativi e rimuginii continui che lo rattristano oppure Pulsatilla che in qualche modo aiuta coloro che non riescono a gestire nel modo migliore la timidezza o il confronto al lavoro con i loro superiori.
Solitamente non si riscontra mai  una allergia al farmaco omepatico considerate le quantità infinitesimali che esso contiene. Ad ogni buon conto prima di assumere qualsiasi tipo di rimedio è bene consultare il proprio medico omeopata di fiducia.

sabato 21 settembre 2013

Vi aspetto al Biolsalus di Urbino i giorni 5 e 6 ottobre!!


Cari lettori,
Vi comunico che nelle date 5 e 6 ottobre 2013 saro' presente nella postazione di iridologia per mini consulti di 20 minuti.
Gli orari in cui presenziero' sono i seguenti:
- sabato 5: dalle 10,30 alle 15,00 e dalle 16,00 alle 20,00;
- domenica 6: dalle 10,00 alle 15,00 e dalle 17,00 alle 19,00.
La sala è: sala 2 dello storico Collegio Raffaello, primo piano.
Vi aspetto!!

venerdì 20 settembre 2013

Biosalus Urbino 5 e 6 Ottobre

Biosalus è un evento culturale, artistico, commerciale e gastronomico dedicato al Biologico e al Benessere Olistico. Un evento a carattere nazionale che, fin dalla prima edizione, ha saputo distinguersi coniugando con simpatia e competenza: cultura e commercio, divulgazione popolare e approfondimento specialistico, rigore scientifico e tradizione.
biosalus urbino
URBINO, un'autentica oasi di pace a misura d'uomo, città simbolo del Rinascimento, incorniciata dalle dolci colline del Montefeltro, ricca di tesori naturali, storici, artistici ed architettonici, la città ideale per ospitare il Biosalus Festival dedicato al Biologico e al Benessere Olistico: un'armonica integrazione tra cultura del benessere per conoscere e crescere nella consapevolezza, arte quale espressione del Sé e delle proprie potenzialità, cura della persona attraverso attività fisica e alimentazione responsabile in grado di tutelare la nostra Salute rispettando l'ecologia e l'ambiente.
Biosalus Festival rappresenta la volontà dell'Istituto di Medicina Naturale di esprimere concretamente quel concetto di Olismo, finora tanto idealizzato, ma ancora così lontano dalla quotidianità di ciascun individuo.
Lo storico Collegio Raffaello (noto come Collegio degli Scolopi dove studiò Giovanni Pascoli), la Piazza della Repubblica e altri prestigiosi luoghi situati nel suggestivo Centro Storico di Urbino, ospitano convegni sul biologico, sulle energie rinnovabili ed il rispetto dell'ambiente, conferenze sul benessere, esposizioni, vendita di prodotti biologici e stand gastronomici.
Nell'Area Trattamenti è possibile sperimentare varie tecniche per il benessere psico-fisico a cura di professionisti e delle più importanti associazioni del settore: shiatsu, riflessologia plantare, feldenkrais, iridologia, kinesiologia applicata, ecc.
Una sezione dell'evento è dedicata al Paese Ospite, interessante opportunità per conoscere e condividere cultura, usi e costumi di antiche civiltà da sempre attente al rispetto dell'Uomo e della Natura.
Nell'area della BioEcoCasa si possono scoprire le ultime tecnologie sulla bioedilizia, l'architettura bioecologica, il risparmio energetico, la domotica e l'arredamento ecologico.
Dulcis in fundo, non mancano certamente intrattenimenti e spettacoli per la gioia di grandi e piccini con rappresentazioni teatrali, danze, concerti, micromagia e burattini.

lunedì 12 agosto 2013

Niccolò Fabi....quando il successo non scalfisce l'Umiltà di un Uomo!!!


Il giorno 2 agosto 2013 si è svolto a Pescara presso il Parco Le Naiadi il concerto di Niccolò Fabi 13^ tappa dell'Ecco Tour dell'artista.
Pur essendo stata  la prima volta alla quale ho assistito dal vivo ad una sua "performance" musicale, non ho potuto far meno che apprezzare la disponibilità e l'umiltà che Niccolo' ha mostrato nei confronti dei suoi fans dall'arrivo per il sound-check al termine del concerto.
                                               
                                                                          Arrivo





                                                                   Sound-Check



Lo "chef" ha saputo sapientemente amalgamare questi piatti prelibati per solleticare il palato dei suoi "ospiti":

La promessa
Io
Nel centro
E' non è 
Le cose che non abbiamo detto
Solo un uomo
Elementare
Sedici modi di dire verde
I cerchi di gesso / Hair / Capelli
Oriente 
Vento d'estate
Costruire
Una buona idea
Ecco
Lontano da me
Offeso
Lasciarsi un giorno a Roma

- - - - - - - - - - - - -

Attesa e inaspettata
Indipendente
Il negozio di antiquariato




Inutile dire come i testi delle canzoni inneggiassero a quei principi obiettivamente ed universalmente riconosciuti come pilastri nella vita di ognuno di noi quali: il rispetto per la libertà, il dare importanza alle cose semplici e comuni di tutti i giorni, l'essere semplici con sè stessi e con il mondo, nonchè rispettare quest'ultimo nella sua essenza naturale del creato!!!
Il concerto della durata di 120 minuti circa si è concluso con una standing-ovation del pubblico presente nonchè con Niccolò che ha avuto la forza di firmare e fare foto post concerto con gli ultimi circa 50 supporters rimasti tra cui io;) ;)
Chapeau!
Un saluto a Niccolò, alla sua band...e buon proseguimento del Tour;)

giovedì 11 luglio 2013

Depositato presso il Conservatorio Rossini di Pesaro il programma ufficiale!


Dopo il consenso ottenuto al termine dei seminari, è stato ufficialmente depositato a fine Giugno il progetto definitivo per poter introdurre il percorso olistico interattivo all'interno dell'iter formativo di ogni studente.
News in arrivo....ottime;)

lunedì 17 giugno 2013

Secondo seminario presso il Conservatorio Rossini il 20 giugno 2013 alle ore 14.00!!

Dopo il buon consenso ottenuto in data 29 maggio 2013, il 20 giugno alle ore 14,00 presso la Sala dei Marmi del Conservatorio Rossini di Pesaro, replicheremo l'evento per coloro che non hanno potuto presenziare.
Il programma sarà simile a quello della scorsa volta dando un po' più di spazio alle parte pratica.
A presto!

mercoledì 5 giugno 2013

La Conferenza al Conservatorio Rossini....la parte pratica (moxibustione)


Dopo gli interventi di presentazione via alla pratica direttamente sulle persone presenti....






La conferenza presso il Conservatorio Rossini di Pesaro. La parte teorica di presentazione del progetto!!


Il sottoscritto Antonio Di Chiara durante l'intervento "Educazione Posturale perchè"?






Antonio Cionfoli nell'intervento "Hatha Yoga e il musicista"!




Agnese Moretti nell'intervento "Armonia ed energia"!






mercoledì 15 maggio 2013

Primo progetto internazionale olistico per musicisti. 29.05.2013 ore 09.00!!


Programma definitivo:


CONSERVATORIO DI MUSICA "G. ROSSINI"
MERCOLEDI' 29 MAGGIO 2013


PROGRAMMA SEMINARIO

PARTE TEORICA E DI PRESENTAZIONE DEL PROGETTO:


A) EDUCAZIONE POSTURALE, PERCHE'? (RELATORE ANTONIO DI CHIARA)

B) HATHA YOGA E IL MUSICISTA (RELATORE ANTONIO CIONFOLI)

C) ARMONIA ED ENERGIA (RELATORE AGNESE MORETTI)
ORE 10,45 FINE CONFERENZA E BREAK



PARTE PRATICA :

ORE 11,00 : INTRODUZIONE TEORICA DELLA MOXA TECNICA ANTICHISSIMA CINESE PER IL TRATTAMENTO DEI DOLORI DERIVANTI DA CERVICALGIE E LOMBALGIE.(RELATORE ANTONIO DI CHIARA);



ORE 11,10: ESECUZIONE, DIRETTAMENTE SUI PARTECIPANTI, DELLA MOXA PER CONSTATARNE EFFICACIA ED EFFETTI;



ORE 12,10: TERMINE LAVORI E SOMMINISTRAZIONE QUESTIONARIO DI GRADIMENTO ED UTILITA’.




giovedì 9 maggio 2013

The Paleo diet


The paleodieta is a new diet that is actually the world's oldest  diet is the power that primitive man cave followed in the period before the discovery of agriculture occurred about 10,000 years ago. For about two million years the man was a hunter-gatherer and his livelihood was based on what he could find: fruit, berries and honey as a carbohydrate source, the need for fats and proteins was instead covered by seeds, nocispeci, caterpillars, snails, insects, eggs, fish, shellfish, especially the internal organs of animals and the brain more easily digestible than the raw meat of the muscles which, being very rich in connective tissue, were difficult to digest. Only with the use of fire, about 300,000 years ago, is best exploited the muscles of hunted animals could also roast the meat and legumes, made digestible by cooking. Nomads collect the food where it was also feeding on carrion, fishing and hunting also following the movements of animals. This lifestyle has shaped genetic selection for our forerunners for more than a million years, although it appears that the consumption of wild cereals among the populations of hunters and gatherers can be traced back to about 100,000 years ago. Infact, some archaeologists from the University of Calgary have recently found in a cave in Mozambique finds dating back to the beginning of the ice age that demonstrate the working of wild sorghum, the ancestor of the main cereal consumed today for food in sub-Saharan Africa . Then about 10,000 years ago with the discovery of agriculture man became more sedentary and has also started breeding animals, not only to eat them, but also to produce milk and its derivatives. With this change the diet was enriched with carbohydrates (mainly cereals) at the expense of proteins. Cereals, however, are not edible in a raw state and in need of cooking and yet remain more difficult to digest than foods that can be eaten raw. The introduction of cereals and this imbalance in the ratio carbohydrate / protein led to significant consequences in humans. In the Paleolithic the average height was as high as that which is currently achieved only instead of the average height of a Roman legionary soldier was around 165 cm. Life expectancy in the Neolithic had deteriorated since the men were sick more easily. When carbohydrates are in excess compared to the proteins in the organism develop insulin resistance and inflammation, which are the basis of most of the chronic and degenerative diseases. As for the milk must observe that man is the only animal that continues to be nourished with milk after weaning and whether the infant breast milk is the only and the best nourishment it is certainly the other than cow's milk in the percentage composition of macro and micronutrients. With regard to the indispensability of milk and dairy products as a source of calcium (useful for the development of bones and teeth) it must be recognized that the men of the Paleolithic had the bones and strong teeth and no signs of osteoporosis as evidenced by the fossil record. The diet rich in fruits and vegetables created an alkaline environment with protective effects on bone and joint health in general, conversely cereals and dairy products are acid-forming foods that promote so the loss of calcium from bones. The football among other things is present in significant amounts in all of the nuts, raw seeds and vegetables. One of the most common criticisms of this diet is that it is a high protein diet, but in reality it is not so well as carbohydrates were present, not in the form of cereals, but as fruits and vegetables. The percentages were not fixed but could also vary as a result of the availability of food and depending on weather and seasons. Indicates a range in which: carbohydrates ranging from 20% to 40%, protein 20% to 35% fat and from 30% to 60%. So if you ever could be, at times, a high fat diet. We must consider that fats were mostly healthy that is mainly from fish and nuts, and also fats coming from the brain and from game meat were especially rich in Omega 3. The brain for its lipid structure and meat because of animals that fed mainly of fresh grass that is grazed and were housed and fed with forage as in farming. A limitation of this diet is the lack of practicality and organoleptic. It is not that we can easily get used to eating brains, worms and berries, however, we could implement a few simple steps for our health: starting to make many small meals instead of a few and abundant, it also reduces the insulin stimulation, limiting the consumption of cereal 2 times per week. If we are athletes and we need more carbohydrates we can also introduce non-paleolithic food such as potatoes (alkaline) and if we introduce cereal is the best choice to the gluten-free cereals and low-glycemic index such as basmati rice, or the so-called pseudo -grains such as quinoa, amaranth, and buckwheat. Also consume sprouted grains and beans can be helpful. Doing so will greatly reduce the anti-nutrients present, in which case they become real vegetables rich in starch pre-digested and eliminated from the phytic acid, which counteracts the intestinal absorption of various minerals. Obviously should be removed even the coffee, salt and alcohol. Regarding the salt of the body needs sodium should be covered by the one contained in foods. And as for alcohol some argue that perhaps the man of the Paleolithic could occasionally feed on fermented fruit. So for us the possible consumption of alcohol should be only occasional. Even milk and its derivatives shall be eliminated or at least limited and are obviously totally eliminate corn oils and seeds because they are too rich in Omega-6 fatty acids that have an inflammatory effect that is hydrogenated and trans fats found in margarine and many packaged products, which are very dangerous to your health. Unfortunately 55% of the Western diet is based on foods that our ancestors did not know, cereals, dairy products, prepared foods and processed meats, refined flour, sweeteners and hydrogenated fatty acids. The consequence of this new power "enriched" is premature aging with the increase of degenerative diseases, such as cardiovascular disease, cancer, arthritis, diabetes and obesity, and the latest addition, the "metabolic syndrome ".
Someone could argue that over time there were some genetic modifications that man would have adapted to the consumption of dairy products and cereals, but the prevalence of lactose intolerance to gluten that suggests the opposite. Suffice it to say that the appearance of Homo sapiens about 35,000 years ago, our genetic makeup has changed less than 1%. But if we want to be sure of what in our specific case is now available Nutrigenomics ie the possibility via a DNA test to identify the salivary biochemical nutritional genetic profile of the individual. But that's another story.

martedì 7 maggio 2013

BodyFit® sull'importante bimestrale Italiano "La Palestra"!!!


Importante articolo pubblicato sulla rivista "La Palestra" nella quale ho contribuito alla stesura del testo.
In calce il link. L'articolo è presente da pag. 22 a pag. 24.

http://www.lapalestra.net/pdf/arretrati/LA_PALESTRA%2046.pdf

lunedì 6 maggio 2013

La paleodieta!


La paleodieta è una nuova dieta che in realtà è la dieta più antica del mondo ovverosia è l’alimentazione che l’uomo primitivo delle caverne seguiva nel periodo precedente la scoperta dell’agricoltura avvenuta circa 10.000 anni fa. Per circa due milioni di anni l’uomo era stato  cacciatore–raccoglitore ed il suo sostentamento era basato su quello che poteva trovare: frutta, bacche e miele come fonte di carboidrati, il fabbisogno di grassi e proteine era invece coperto da semi, nocispeci, bruchi, lumache, insetti, uova, pesce, crostacei, soprattutto gli organi interni degli animali e il cervello più facilmente digeribili rispetto alla carne cruda delle fasce muscolari che, essendo molto ricche di connettivo, erano difficilmente digeribili. Solo con l’uso del fuoco, circa 300.000 anni fa, si sfruttarono meglio i muscoli degli animali cacciati potendo arrostire la carne e anche i legumi, resi digeribili dalla cottura. L’uomo forzatamente nomade si sfamava raccogliendo il cibo dove lo trovava nutrendosi anche di carogne, pescando e cacciando seguendo anche gli spostamenti delle sue prede. Questo stile di vita ha plasmato per selezione genetica i nostri precursori per più di un milione di anni, anche se sembra che il consumo dei cereali selvatici tra le popolazioni di cacciatori e raccoglitori possa risalire a circa 100.000 anni fa. Infatti alcuni archeologi dell’Università di Calgary hanno recentemente trovato in una caverna in Mozambico reperti datati all’inizio dell’era glaciale che dimostrano la lavorazione del sorgo selvatico, antenato del principale cereale consumato tutt’oggi a scopo alimentare nell’Africa sub-sahariana. Poi circa 10.000 anni fa con la scoperta dell’agricoltura l’uomo è divenuto più stanziale e ha anche cominciato ad allevare gli animali, non solo per  nutrirsene, ma anche per produrre il latte ed i suoi derivati. Con questo cambiamento la dieta si è arricchita di carboidrati (soprattutto cereali)  a discapito  delle proteine. I cereali però non sono commestibili allo stato crudo e necessitano della cottura e nonostante ciò rimangono più difficilmente digeribili  rispetto agli alimenti che si possono consumare crudi. L’introduzione dei cereali e questo sbilanciamento nel rapporto carboidrati/proteine ha portato conseguenze notevoli sull’uomo. Nel Paleolitico l’altezza media era elevata come quella che si è raggiunta solo attualmente invece l’altezza media di un soldato legionario romano era intorno ai 165 cm. L’aspettativa di vita nel Neolitico era peggiorata in quanto gli uomini si ammalavano più facilmente. Quando i carboidrati sono in eccesso rispetto alle proteine si sviluppano nell’organismo resistenza insulinica ed infiammazione che sono alla base della maggior parte delle malattie croniche e degenerative. Per quanto riguarda il latte bisogna annotare che l’uomo  è l’unico animale che continua a nutrirsi con il latte anche dopo lo svezzamento e se per il neonato il latte materno è l’unico e il miglior nutrimento non lo è senz’altro il latte vaccino diverso nella composizione percentuale dei macro e micronutrienti. Per quanto riguarda la insostituibilità del latte e derivati come fonte di calcio (utile allo sviluppo di ossa e denti) si deve riconoscere che gli uomini del Paleolitico avevano le ossa e denti robusti e senza segni di osteoporosi come è evidenziato dai reperti fossili. Senza dubbio l’alimentazione ricca di frutta e verdure creava un ambiente alcalino con effetti protettivi per le ossa e la salute in genere, viceversa i cereali e latticini sono alimenti acidificanti che favoriscono così la perdita di calcio dalle ossa. Il calcio tra l’altro è presente in quantità considerevoli  anche in tutte le noci, i semi crudi e le verdure. Una delle critiche più comuni a questa dieta è che sia una dieta iperproteica; in realtà non è così in quanto i carboidrati  erano ben presenti, non sotto forma di cereali, bensì come frutta e verdure. Le percentuali non erano fisse ma potevano variare anche in conseguenza della disponibilità del cibo e a secondo del clima e delle stagioni. Viene indicato un range nel quale: i carboidrati vanno dal 20% al 40 %, le proteine dal 20% al 35%  e i grassi dal 30% al 60%. Quindi poteva essere se mai, in certi momenti, una dieta iperlipidica. Però bisogna considerare che i grassi erano per lo più salutari cioè prevalentemente dal pesce e dalla frutta secca e anche i grassi provenienti dal cervello e dalle carni della selvaggina erano particolarmente ricchi di Omega 3. Il cervello per la sua struttura lipidica e le carni perché di animali che si nutrivano prevalentemente di erba fresca cioè pascolavano e non erano stabulati e alimentati con foraggi come negli allevamenti. Senza dubbio un limite di questa dieta è la scarsa praticità e organoletticità. Non è che noi possiamo facilmente abituarci a mangiare cervelli, vermi e bacche però potremmo attuare alcuni  accorgimenti  utili per la nostra salute: cominciando a fare tanti piccoli pasti invece di pochi ed abbondanti,  si riduce così la stimolazione insulinica; limitando il consumo dei cereali 2 volte a settimana. Se siamo degli sportivi e abbiamo bisogno di più carboidrati possiamo introdurre anche degli alimenti non paleolitici come le patate (alcalinizzanti) e se  introduciamo dei cereali la scelta migliore è verso i cereali senza glutine e a basso indice glicemico come il riso basmati, oppure i  cosiddetti pseudo-cereali come quinoa, amaranto, e grano saraceno. Anche consumare i cereali e legumi germogliati può essere utile. Cosi facendo si riducono notevolmente gli antinutrienti presenti; in questo caso diventano vere e proprie verdure ricche in amido predigerito e viene eliminato l’acido fitico, che contrasta l’assorbimento intestinale di vari minerali. Ovviamente andrebbero eliminati anche il caffé, sale e alcolici. Per quanto riguarda il sale il fabbisogno corporeo di sodio dovrebbe essere coperto da quello contenuto nei cibi. E per quanto riguarda l’alcol qualcuno sostiene che forse anche l’uomo del paleolitico occasionalmente poteva  nutrirsi  di frutta fermentata. Quindi anche per noi l’eventuale consumo di alcol deve essere solo occasionale. Anche il latte e suoi derivati vanno eliminati o almeno limitati e ovviamente  sono totalmente  da eliminare gli oli di mais e di semi perchè troppo ricchi di acidi grassi Omega6 che hanno  un effetto infiammatorio e i grassi trans cioè  idrogenati presenti nelle margarine e in vari prodotti confezionati, che sono molto pericolosi per la salute. Purtroppo il 55% della dieta occidentale si basa su alimenti che i nostri antenati non conoscevano, cereali, latticini, cibi preparati e lavorati, insaccati, farina raffinata, dolcificanti e acidi grassi idrogenati. La conseguenza di questa nuova alimentazione “arricchita” è l’invecchiamento precoce con l’aumento delle malattie degenerative, come le patologie cardiovascolari,  i tumori, l’artrite, il diabete e l’obesità e l’ultima arrivata, la “sindrome metabolica”. 

Si potrebbe obiettare che nel corso del tempo ci siano state delle modificazioni  genetiche per cui l’uomo si sarebbe adattato al consumo di latticini e cereali, però la grande diffusione di intolleranze al lattosio e al glutine fa sospettare il contrario. Basti dire che dalla comparsa dell’Homo Sapiens,circa 35.000 anni fa, il nostro patrimonio genetico è mutato meno dell’1%. Ma se vogliamo essere sicuri di ciò nel nostro specifico caso ora è disponibile la Nutrigenomica cioè la possibilità  tramite un esame del  DNA salivare di individuare  il profilo biochimico nutrizionale genetico del singolo individuo. Ma questa è un’altra storia.

giovedì 25 aprile 2013

Coming soon....Primo progetto nazionale interdisciplinare olistico per musicisti!


La musica attraverso la postura, lo yoga e la floriterapia al Conservatorio Statale di Pesaro G. Rossini.
Relatori:
Maestro Francesca Matacena: docente di pianoforte presso il Conservatorio Rossini di Pesaro;
Antonio Di Chiara: Educatore posturale, trainer BodyFit , allievo al terzo anno della Scuola Italiana di Naturopatia di Urbino;
Antonio Cionfoli: Maestro di Yoga e Karate, allievo al III anno presso l'Istituto di Medicina Naturale di Urbino;
Agnese Moretti: Psicologa, operatrice di Kin Jang, allieva al III anno presso l'Istituto di Medicina Naturale di Urbino.

venerdì 12 aprile 2013

Benvenuto, tra i siti amici, a Uno Editori!!

In questa Home Page potrete trovare il Banner di riferimento della Uno Editori, casa editrice multidimensionale che si occupa di evoluzione consapevole.
La collaborazione nata inizialmente da uno scambio di links e banner evolverà in recensioni di libri interessanti riguardo la medicina naturale e la crescita personale dell'Individuo.
Continuate a seguirci...!


http://www.unoeditori.com/

giovedì 11 aprile 2013

BodyFit ® flies to Palermo!


On 13.04.2013 will be  in Palermo at the Sporting Village "... In Form", an event dedicated to the welfare of the body fitness, organized by Alessandra Calistro and Lea Salerno.
A full day dedicated to the most current sports activities for welfare of human body, with many important instructors who will be on stage with various performances.
Participate in the event, in addition to organizing Alessandra Calistro (Head of BodyFit ® for Sicily Region) and Lea Salerno (Pilates), also Emanuela De Pascale (Aerodance), Davide Impallomeni (Body Weight Insertion), Giulia Simonetti (BodyFit ® Active Balance - BodyFit Flex ®), Chiara Novara (Aerodance) and Francesca Chinnino and Giuseppe Gambino (Caribbean).
The sporting event "... In Form",has been edited by Virginia Teresi and will be presented by journalist Philip Virzì, the music will be offered by Gianni Guttie, and finally among the many prestigious sponsors, including Radio Reporter, the official radio station of the event.



martedì 9 aprile 2013

BodyFit® sull'importante portale romano romapalestre.it! Avanti così!


BodyFit® 
è una disciplina basata sull'armonia del movimento, sulla conoscenza delle potenzialità del nostro corpo, senza l'utilizzo di attrezzature o macchinari ai quali rapportarsi. 
Un vero allenamento funzionale orientato al fitness, un Format che non mira ad allenare il muscolo fine a se stesso, ma il movimento, quindi tutte le funzionalità del corpo, a partire dal controllo della Postura, e migliorando Flessibilità, Equilibrio, Agilità, Coordinazione, oltre a svolgere contemporaneamente un lavoro di Tonificazione su tutti i distretti muscolari. 

Cos'è un BodyFit® Training 
BodyFit® ponendo il corpo al centro del lavoro e stimolando la percezione di ogni movimento, porta il sistema nervoso a sviluppare la capacità di sentire e controllare meglio ogni muscolo. 
Questa metodologia di allenamento prevede un workout completo, che allena i movimenti e non i singoli gruppi muscolari, grazie ad un lavoro che coinvolge più catene cinetiche e quindi tutto il nostro corpo, senza affaticamenti, ma uniforme su tutti i distretti muscolari, lascia una sensazione di lavoro sul proprio corpo e benessere al contempo, perchè chiude il cerchio degli esercizi in maniera naturale e corretta. 
Per questo, nonostante sia avvicinabile da una vasta utenza per età e caratteristiche, crea una lezione efficace e divertente in sinergia con la musica. 
In ogni seduta, viene allenato in maniera costante il "core", ovvero la muscolatura addominale, condizione essenziale per un lavoro efficace e privo di traumi. 
Il workout si svolge con l'utilizzo di manubri da fitness da 1kg, utilizzati anche per agevolare alcuni movimenti a terra e migliorare l'allungamento muscolare, oppure a corpo libero. 
BodyFit® è un allenamento studiato per proteggere le articolazioni e la colonna vertebrale, nonchè prevenire distorsioni e traumi muscolari, grazie all'accurata selezione degli esercizi consentiti all'interno del Format ed alla loro tecnica di esecuzione, che evita sovraccarichi, sollecitazioni, forzature e posizioni critiche.

lunedì 8 aprile 2013

BodyFit® vola a Palermo!


Il 13.04.2013 si terrà a Palermo presso lo Sporting Village   “In…Forma”, un evento fitness dedicato al benessere del corpo,  organizzato da Alessandra Calistro e Lia Salerno.
In programmazione  una giornata intera dedicata alle più attuali attività sportive per il benessere del corpo umano, con tanti importanti istruttori che si alterneranno sul palco con svariate esibizioni.
Parteciperanno all’evento, oltre che alle organizzatrici Alessandra Calistro (Responsabile RegioneSicilia del Body Fit)  e Lia Salerno (Pilates),   anche Emanuela De Pascale (Aerodance), Davide Impallomeni (Body Weight Insertion), Giulia Simonetti (BodyFit® Active Balance – BodyFit® Flex), Chiara Novara  (Aerodance) e Francesca Chinnici e Giuseppe Gambino (caraibico).
L’evento sportivo “In…Forma”, la cui pubblicità è stata curata da Virginia Teresi, sarà presentato dal giornalista Filippo Virzì,  la parte musicale sarà proposta da  Gianni Guttuso, ed infine fra i tanti prestigiosi sponsor, anche  Radio Reporter, radio ufficiale della manifestazione.

venerdì 5 aprile 2013

Interview with Julia Simonetti creator of BodyFit ® discipline


BodyFit ® is on the market since 2010 and was the first to introduce in fitness the concept of functional training. The creator, Giulia Simonetti, talks about her format.

How did you get  BodyFit ® idea?
BodyFit ® is created observing the movements of our body during our day.
We often injured by taking the bag, or coming down from the car seat. These annoyances are considered temporary and are often overlooked until they start to become chronic and become an integral part of our life.
If we add a "social framework" where the stress and the subsequent somatization of negative emotions are the order of the day, it is easy to understand how the phenomenon of pains related to erectile muscle - skeletal body is disseminated.

What characterizes BodyFit ®?
The action of BodyFit ® is important  for people to know their  body, to perceive and empower every move. Each exercise is designed so that it runs perfectly, first individually, and then coordinating it with other movements respecting the harmony and alignment of the body segments.
BodyFit ®performs to its full potential at work of muscular chains fundamental since they create a reality of the postural pattern processed by the brain.
A good postural balance is the result of a good balance between the various muscle chains.

How do you place  BodyFit ® in fitness?
There are several programs in the national and international offering between their different methods of functional training, but BodyFit ®, Functional Fitness, was the first format. It’s a unique method and characteristics. It’s one of the most simple, safe and effective training programs oriented at functional wellness, based on the knowledge of the potential of our body without the use of equipment or machinery to which to relate, a workout geared to the movement, so that trains all functionality of the body, away from the control of posture, and improving agility, coordination, strength, reactivity, balance, flexibility, as well as performing at the same time work on toning all muscle groups.

What is the use to practice BodyFit ®?
BodyFit ® will appeal to any age group as it only uses his own body as the main tool.
BodyFit ® has in its DNA  the characteristic of being flexible. With backing tracks, variable intensity, you can speed up your metabolism by changing the intensity of training according to age and constitutional features of the class.


BodyFit ® can also be understood as prevention?
BodyFit ® is especially prevention. In addition to improving the quality of life of people already suffering from problems caused by poor posture, discipline plays a major role in injury prevention.
Doctor Riccardo Torquati, physiotherapist league's official referees to Serie A, gave full recognition to the functionality of the format.


Where can I try BodyFit ®?
On the website, http://www.thebodyfit.it/, you will find the present centers of Rome and beyond. We are giving life to an important project that is slowly involving different parts of Italy. Over 50 trainers were trained. There are many official centers and pilot not only in gyms but also in health and beauty centers. Functional training is the future of fitness.

What projects are you working on?
We are heading to the beautiful season ... what better opportunity to stay with nature?
For this reason that I'm studying on 2 projects: BodyFit ® nature and BodyFit ® over age. The first, played outdoors, reconciles us with the natural elements, while the second aims to donate a better condition of life at old people to improve their quality of life. We often forget about them, and in 2013 a company must not allow such a thing.

Just to finish Giulia... what is your life's philosophy?
Take life with a smile and make things difficult simple, affordable for everyone. I love the simplicity in all its aspects, and I love being with people listening to their needs trying to give them a high quality service topped with a beautiful smile off!
We are waiting for you at one of the BodyFit ®' centers!

Giulia Simonetti / MasterTrainer
http://www.thebodyfit.it/
Tel 335 8170036
info@thebodyfit.it


mercoledì 3 aprile 2013

Intervista a Giulia Simonetti ideatrice di BodyFit®


BodyFit® è presente sul mercato dal 2010 ed è stata la prima disciplina ad introdurre concretamente nel fitness il concetto di allenamento funzionale. L’ideatrice,Giulia Simonetti, ci parla del suo format.

Come nasce l’idea BodyFit®?
BodyFit® viene creato osservando i movimenti che durante la nostra giornata caratterizzano il nostro vivere quotidiano.
Spesso ci si infortuna prendendo la busta della spesa oppure scendendo dal sedile dell’auto. Questi fastidi sono considerati spesso temporanei e sono sottovalutati fino a quando iniziano a cronicizzare ed a diventare parte integrante della nostra vita a svantaggio della qualità.
Se a tutto questo aggiungiamo un “quadro sociale” dove lo stress e la conseguente somatizzazione di emozioni negative sono all'ordine del giorno, appare facilmente intuibile come il fenomeno di algie legate alla disfunzione muscolo – scheletrica del nostro organismo siano diffuse.

Cosa caratterizza BodyFit® ?
L’azione di BodyFit® si sviluppa soprattutto nell’insegnare alle persone a conoscere il proprio corpo, a percepirlo e a consapevolizzare ogni movimento. Ogni esercizio è studiato affinchè venga eseguito alla perfezione,prima singolarmente,e poi coordinandolo con altri movimenti nel rispetto dell’armonia e dell’allineamento dei segmenti corporei.
BodyFit®,quindi,esplica le sue massime potenzialità sul lavoro delle catene muscolari fondamentali in quanto realizzano concretamente lo schema  posturale elaborato dal cervello.
Un buon equilibrio posturale è la conseguenza di un buon equilibrio tra le varie catene muscolari.

Come si colloca BodyFit® nel panorama nazionale del fitness?
Esistono diversi programmi nel panorama nazionale e internazionale che propongono tra loro diverse metodologie di allenamento funzionale, ma BodyFit® è stato il primo Fitness Funzionale e ad oggi è un Format unico per metodo e caratteristiche. E' uno tra i più semplici, sicuri ed efficaci programmi di allenamento funzionale orientato al wellness, basato sulla conoscenza delle potenzialità del nostro corpo senza l’utilizzo di attrezzature o macchinari ai quali rapportarsi, un workout orientato al movimento, che allena quindi tutte le funzionalità del corpo, a partire dal controllo della postura, e migliorando agilità, coordinazione, forza, reattività, equilibrio, flessibilità, oltre a svolgere contemporaneamente un lavoro di tonificazione su tutti i distretti muscolari.

Qualè è l’utenza a cui si rivolge BodyFit®?
BodyFit® si rivolge a qualsiasi fascia di età in quanto utilizza solo ed esclusivamente il proprio corpo come attrezzo principale.
BodyFit®,inoltre, possiede nel suo DNA la caratteristica di essere flessibile. Con basi musicali,ad intensità variabile, è possibile accellerare il metabolismo modificando l’intensità di allenamento secondo l’età e le caratteristiche costituzionali della classe. 

BodyFit® può essere inteso anche come prevenzione?
BodyFit® è soprattutto prevenzione. Oltre a migliorare la qualità della vita di persone già sofferenti di problematiche causate da una scorretta postura, la disciplina  ha un ruolo primario nella prevenzione degli infortuni.
Questa caratteristica è stata riscontrata anche nell'ambito fisioterapico laddove il dott. Riccardo Torquati,fisioterapista ufficiale della lega arbitri di seria A, ha dato pieno riconoscimento alla funzionalità del format.

Dove posso provare BodyFit®?
Sul sito internet, http://www.thebodyfit.it/,  troverete i centri presenti su Roma e non solo. Stiamo dando vita ad un progetto importante che sta pian piano coinvolgendo diverse parti d'Italia. Sono stati formati oltre 50 trainers  e creati centri ufficiali e pilota non solo in palestre ma anche in centri benessere ed estetici. L’allenamento funzionale è il futuro del fitness.

A quali progetti stai lavorando?
Stiamo andando incontro alla bella stagione…quale migliore occasione per vivere meglio con la natura? 
E’ per questa ragione che sto studiando su 2 protocolli: BodyFit® nature e BodyFit® over age. Il primo, svolto all’aperto, ci riconcilia con gli elementi naturali, il secondo invece ha l’obiettivo di donare anche agli anziani una condizione e qualità migliore della vita. Spesso ci dimentichiamo di loro e una società nel 2013 non deve permettere una cosa del genere.

Per concludere Giulia qual è la tua filosofia di vita?
Prendere la vita con un sorriso e rendere le cose difficili semplici, alla portata di tutti. Amo la semplicità in tutti i suoi aspetti ed amo stare con le persone ascoltando le loro esigenze cercando di dar loro un servizio di altissima qualità condito da un bel sorriso!
Vi aspetto in uno dei centri BodyFit®!


Per Info Giulia Simonetti
Tel 335 8170036

info@thebodyfit.it



giovedì 28 marzo 2013

Happy Easter


A thought and a sincere hug to all those who suffer.
The serenity of our soul and the consciousness of our being are the ways to access higher levels in our lives.
Happy Holidays



lunedì 25 marzo 2013

mercoledì 20 marzo 2013

лаванда - Статья о свойствах лаванды для русских друзей, которые читали нам

Un articolo riguardo le proprietà della lavanda per gli amici russi che ci leggono!!

Лаванда благодаря средиземноморскому климату, в котором родился и вырос, имеет много антисептическим и целебным свойствам, способствует менструации, предназначен для акне, экзема, фурункулы, абсцессы, дерматиты, ожоги, укусы "насекомые и обморожения. Он помогает бороться с бронхитом, грипп, лихорадка, рвота, ревматизм, головная боль, боль в ухе, напряжение, депрессия, сердцебиение, головокружение и боли нервной системы. Это хорошее бактерицидное средство. Кроме того, пара fumenti лаванды помогает успокоить и глазных воспалений. Лаванда является одним из травы Св. Иоанна и старые поверье говорит, что сохраняет негативное влияние на дому, стали удачу, а также является афродизиаком. Еще одним важным качеством лаванды является седативным и балансировка на центральную нервную систему и вегетативную. Рекомендуется при неврозах, неврастении, гипертония, сердцебиение, и вообще во всех случаях психосоматических заболеваний. Его цвет считается "цветом молчания, тишины и спокойствия". Это цвет созерцания и духовности. И "особенно подходит для гиперактивных детей, которые спят или плохо. В данном случае это очень эффективный положить несколько капель эфирного масла лаванды на подушку или на носовой платок размещены вблизи лица ребенка.

mercoledì 6 marzo 2013

La lavanda

Di seguito, una breve disserzione su quelli che sono gli effetti principali di questa preziosissima pianta.


La lavanda grazie al clima tipicamente mediterraneo nel quale nasce e cresce, ha molteplici proprietà antisettiche e cicatrizzanti, favorisce le mestruazioni, è indicata contro l’acne, gli eczemi, i foruncoli, gli ascessi, le dermatiti, le ustioni, le punture d’insetti e i geloni. Aiuta a combattere bronchiti, influenza, febbre, vomito, reumatismi, emicrania, mal di orecchie, tensione, depressione, palpitazioni, vertigini e dolori di regime nervosa. E’ un buon germicida. Inoltre il vapore dei fumenti di lavanda aiuta a calmare e infiammazioni oculari. La lavanda è una delle erbe di San Giovanni e una vecchia credenza popolare racconta che tiene lontani gli influssi negativi in casa, diventa un portafortuna ed è anche un afrodisiaco. Altra qualità importante della lavanda è quella sedativa e riequilibrante del sistema nervoso centrale e vegetativo. Si raccomanda in caso di nervosismo, nevrastenia, ipertensione, palpitazioni e, in generale in tutti i casi di malattie psicosomatiche. Il suo colore è considerato il "colore del silenzio, della calma e della tranquillità". E' il colore della contemplazione e della spiritualità. E’ particolarmente indicata per i bambini iperattivi o che dormono male. In questo caso è molto efficace mettere alcune gocce di essenza di lavanda sul cuscino del letto o su un fazzoletto posto vicino al viso del bambino.

giovedì 21 febbraio 2013

La giornata benessere presso l'A.s.d. Palestra Babilonia (parte I)

Il 27 gennaio 2013 è stata la giornata dedicata alla presentazione e spiegazione della moxa e dei suoi effetti benevoli per il trattamento di algie osteo-articolari. (soprattutto nei casi di freddo interno). 
Sono state trattate un totale di dieci persone che lamentavano disturbi nel tratto cervicale e lombare.
L'effetto benevolo della moxa è stato quasi immediato e protratto nei giorni a venire.
Interessante è stato collaudare la sinergia tra lo svolgimento di uno stretching del meridiano interessato ( vescica urinaria) e il trattamento di determinati punti dello stesso meridiano lungo la schiena.
Tecnicamente con la moxa sono stati trattati i punti 10 BL, 11BL, e 41 BL per il tratto cervicale, e 25 BL, 26 BL, 29 BL e 53 BL per il tratto lombare.




Un grazie particolare alla mia amica e collega di corso presso l'Istituto di Medicina Naturale, Domitilla Tecchi, che si è resa disponibile ad aiutarmi e a rendere possibile la riuscita di questo particolare evento che ha permesso la conoscenza di questa utilissima ed  antichissima tecnica!